Reel Classics: the classic movie site


The Wizard of Oz (1939)

Cast | Crew | Awards | Articles | Lyrics | Gallery | Downloads | Links | Image Credits

Article 3

Le scarpette di rubino

il 9 dicembre 1997

Nel 1939, lo studio cinematografico americano, MGM, ha messo in scena una commedia musicale intitolata Il mago di Oz. Era una storia per bambini di Frank L. Baum, molto popolare ma non tipica. Il film è diventato uno dei film più famosi del cinema americano. Ha ricevuto sei nomine per l'Oscar, compresa quella di film migliore dell'anno, e ne ha vinti due-- uno per la sua partitura, e un altro per la canzone migliore dell'anno, "In qualche parte al di là dell' arcobaleno." L'attrice che l'ha cantata nel film, Judy Garland, aveva 16 anni quando ha interpretato il ruolo di Dorothy Gale, la protagonista della storia che si trova nel paese di Oz dopo che la sua casa ci è atterrata dopo essere stata alzata e trasportata dalla sua fattoria in Kansas da un tornado. Judy ha interpretato più di trento grandi film musicali nel corso della sua carriera, ma ha ricevuto il suo unico Oscar (un Oscar speciale nel 1940 per la sua rappresentazione eccezionale di giovane dello schermo) ed è ricordata sopratutto per questa canzone e per questo film. Oggi ci sono più di sessanta pagine su Internet per Il mago di Oz e c'è anche un club internazionale di ammiratori. Ma è anche un film molto importante per quanto concerne le scarpe, perché è in questo film che Judy Garland porta le scarpe più famose del mondo-- le scarpette di rubino.

Ci sono solo quattro paia di scarpette di rubino che esistano ancora oggi. (Ce n'erano sei paia originali fabbricate per il film.) Un paio si trova nel museo Smithsonian a Washington D.C., e un altro è stato venduto all'asta nel 1989 a un collezionista; il prezzo di vendita era di 165.000 dollari! Ma com'è possibile che un paio di scarpette fosse così venerato? Siccome vengono da una storia insolita, queste scarpette non sono tipiche.

Quando la casa di Dorothy atterra nella regione di Munchkinland del paese di Oz, per caso atterra sulla Malvagia Strega dell'est e l'ammazza. I nani che ci abitano (chiamati "Munchkins") sono molto contenti e celebrano, ma la sorella della Malvagia Strega dell'est, la Malvagia Strega dell'ovest, è furiosa, specialmente quando vede che Dorothy ha le scarpette di rubino magiche di sua sorella. Giura di vindicarsi di Dorothy e di sottrarle le scarpette. Dorothy vuole tornare a casa, (o almeno nella fattoria in Kansas) ma i Munchkins non sanno come può ritornare. Quindi la mandano alla Città di Smeraldo (per la Strada dei Mattoni Gialli) per trovare il Mago di Oz e domandarglielo. (Lungo la via, Dorothy fa la conoscenza dello Spaventapasseri, del Boscaiolo dello Stagno, e del Leone Vigliacco che decidono di accompagnarla.) Ma il Mago di Oz gli dice che devono portargli il manico di scopa della Malvagia Strega dell'ovest prima che lui accordi i loro desideri. Il resto del film è la storia di questa ricerca e dello scontro con la strega. Ma alla fine, Dorothy ritorna a casa per la potenze delle scarpette di rubino-- dà tre volte un colpetto ai tacchi delle scarpette e ripete, "Non c'è alcun luogo come casa mia."

Per le persone che conoscono questo film, le scarpette di rubino simbolizzano spesso casa nostra, dove possiamo sempre ritornare dopo le avventure o quando abbiamo problemi. È un luogo speciale, benchè qualche volta non lo riconosciamo e andiamo via per cercare di trovare delle cose migliori. Ma alla fine troviamo che è vero che "Non c'è alcun luogo come casa mia." E anche come Dorothy, nessuno può insegnarci questa lezione, dobbiamo apprenderla tutta da soli.

© 1997 Reel Classics, L.L.C.

Return to the THE WIZARD OF OZ main page.


Buy Videos & DVDs
Find your movie at MoviesUnlimited.com.
Movies Unlimited

Buy Movie Posters
& Film Stills
MovieGoods
MovieGoods

Buy Movie Posters
In Affiliation with AllPosters.com
AllPosters

Classic Movie Merchandise
-- recommended links to dozens of online vendors selling classic movies & all kinds of related products.


printer-friendly pagePrinter-friendly version.   return to the topReturn to the top.
Last updated: June 21, 2010.
Reel Classics is a registered trademark of Reel Classics, L.L.C.
1997-2010 Reel Classics, L.L.C.  All rights reserved.  No copyright is claimed on non-original or licensed material.  Terms of Use.